C3 – Platano/Pazzon/Tasso/Porcino/Lubiara

LE VIE DELL’ACQUA ripercorre antichi tracciati in cui troviamo fontane, lavatoi, molini che testimoniano l’ingegno dell’uomo e il suo modo di organizzare il territorio e le sue risorse. Il percorso attraversa i territori di Platano/Pazzon/Tasso/Porcino/Lubiara.
Da vedere
Lavatoio di Villa Nichesola, Mulino di Val Secca, Lavatoio di Porcino e Lubiara, Valle del Tasso e «Gorgo» del Tasso.
Altitudine massima: 439 metri
Dislivello: 157 metri
Distanza: 10,4 km
Tempo: A piedi: 3 ore
Il Percorso

 

C3 LE VIE DELL’ ACQUA 

 

 

download scheda C3 [ita-eng]

Apri il percorso C3 con Google Maps

 

LE VIE DELL’ACQUA ripercorre antichi tracciati in cui troviamo fontane, lavatoi, molini che testimoniano l’ingegno dell’uomo e il suo modo di organizzare il territorio e le sue risorse.

Partenza in località Platano dov’è possibile visitare Villa Nichesola (aperta in giorni feriali), e il lavatoio collocato nel giardino all’uscita del corso d’acqua del laghetto della villa.

Lavatoio

Si sale alla frazione di S. Martino con l’omonima chiesa-oratorio del XIII secolo, casa dell’Abate e lavatoio. La strada prosegue verso nord con a sinistra, lo stabile Bertoldi e figli, che un tempo era un mulino e a destra un c’è piccolo lavatoio. Si prosegue fino alla provinciale per Spiazzi girando a destra si giunge ad uno dei mulini di Val Secca, con funzione di segheria per legname, con ruota e canaletta in pietra ripristinati e funzionanti:

Mulini di Val Secca

Proseguendo verso Spiazzi, si arriva a Villa Cariola, più avanti sulla sinistra si vede la sorgente Fontana e Capitello detta Mascheron. Si prosegue fino a Pazzon con la fontana, scavata in unico blocco di marmo rosso Verona.
A destra della fontana si prende il sentiero per la Val del Tasso, e si incontra un pregevole lavatoio, quindi si prosegue fino alla valle con il “Gorgo”, una cascata naturale del torrente:

Val del Tasso

Si prosegue verso la località Porcino, famosa nel secolo scorso per la fabbrica dei “copi”, coppi di Porcino, ancora oggi sono visibili le fornaci. In questa contrada vi è la fontana-lavatoio in marmo rosso Verona:

Fontana-lavatoio in marmo rosso Verona

Si sale alla frazione di Cimaino e da qui, con un bel panorama sulla vallata di Caprino e sul Monte Baldo, si arriva in località Ori di Sopra, si prende la strada per le cave di marmo e si sale per 200 mt, per poi scendere a destra verso Loc. Gamberon. Qui girando a sinistra si arriva a Lubiara, tenendo la strada per Caprino, si incontra prima la bella fontana, e più avanti il lavatoio:

Arrivati a Villa Colpani-Becherle-Sandri, si gira a sinistra e si scende fino ad un piccolo capitello, proseguendo a destra si arriva ad un altro capitello. Ritornando sui passi fino al capitello, si può salire nella corte del complesso Sometti e visitare i lavatoi. Girando a destra si arriva alla Villa dei Camini (Montagna), al Platano dei 100 Bersaglieri e passando il ponte si ritorna al parcheggio davanti a Villa Nichesola.